Bio di Euclides André Mance

Euclides André Mance, è nato a Mogi das Cruzes, São Paulo, Brasile, nel 1963.

Laureato in Filosofia, con laurea specialistica in Antropologia Filosofica e in Pedagogia nell’università Federale del Paraná. Negli anni ’90, nella stessa università, ha tenuto corsi di Logica, Filosofia della Scienza e Filosofia dell’America Latina.

Nel 1995 ha contribuito alla fondazione dell?Istituto di Filosofia della Liberazione – IFiL. Ha lavorato nel Governo Lula come consulente dell’UNESCO e della FAO in progetti di sviluppo locale.

E’ responsabile del portale www.solidarius.net che fornisce strumenti di tecnologia informatica per reti di economia solidale, da lui stesso pensati e sviluppati.

Attualmente coordina un progetto svolto in collaborazione tra l’IFiL e il Ministero dello Sviluppo Agrario in Brasile che mira ad inserire il concetto di “logistica” delle reti di collaborazione solidale alle metodologie e alle pratiche del cooperativismo e della dinamizzazione delle catene produttive nei territori della cittadinanza.

Da più di dieci anni, Mance ha contribuito all’organizzazione di reti solidali in diverse regioni del Brasile ed ha collaborato a livello internazionale alla riflessione sul tema, intervenendo come facilitatore e relatore in eventi civili o istituzionali in differenti paesi.

In questo ambito sono molto forti i rapporti che lo legano all’Italia, paese nel quale ha tenuto negli anni moltissimi incontri con organizzazioni e gruppi che stanno sviluppando esperienze di economia e collaborazione solidale o che realizzano su questo stesso tema progetti di cooperazione internazionale in Brasile e in altri Paesi dell’America Latina.

Tra il 2007 e il 2008 ha coordinato l’esperimento internazionale di realizzazione di scambi economici mediati da “crediti solidali”.

Nel 2009 ha partecipato alla fondazione di Solidarius Brasile, impresa di economia solidale. Nel 2010 e 2011, invitato dal Governo dell’Ecuador e dalla Comunità Andina di Nações è stato relatore in attività legate alle politiche pubbliche per l?economia solidale. Allo stesso modo ha fatto parte dell?equipe internazionale di specialisti che ha realizzato il compendio su “Il pensiero filosofico latinoamericano, del Caribe e ‘latino’ (1300-2000)” elaborando voci relative al pensiero brasiliano.

Nel suo percorso intellettuale, oltre a creare elaborazione attorno alla dimensione educativa, politica ed etica dell’esercizio della libertà, Mance si dedica alla riflessione sulle mediazioni economiche di tale esercizio.

Si concentra, a partire da questo momento, sulla riflessione attorno alle reti di collaborazione solidali come possibili alternative per la costruzione di società post-capitaliste, applicando all’economia i principi della teoria della complessità e della filosofia della liberazione.

Tra i suoi lavori pubblicati citiamo: La rivoluzione delle reti (1999)*; “Die solidarische Zusammenarbeit als eine Alternative zur kapitalistischen Globalisierung” (in: Raúl FORNET-BETANCOURT [org]. Kapitalistische Globalisierung und Befreiung, Frankfurt, IKO-Verlag, 2000); Reti di Collaborazione Solidale (2002), Come Organizzare Reti Solidali (2003)*, Fame Zero ed Economia Solidale (2004)*¹, Costellazione Solidarius (2008). 

_______________________
¹ I libri contrassegnati con l’asterisco sono stati anche tradotti e pubblicati in Italia.

La rivoluzione delle reti (2003) e Fame zero (2006) dalle edizioni EMI in collaborazione con l’ong IPSIA.

Organizzare reti solidali (2010), in edizione aggiornata e rielaborata, è stato pubblicato dalla Edup in collaborazione con Solidarius Italia.

I lavori di Euclides André Mance sono disponibili nel sito www.solidarius.com.br/mance